Collezione: Disturbi Dermatologici Gatti

La pelle di cani e gatti ha una superficie molto estesa: insieme al mantello dell’animale, cui si aggiungono le unghie e le ghiandole sudoripare, costituisce un vero e proprio organo, l’apparato tegumentario, che svolge importanti funzioni di protezione contro gli agenti atmosferici, chimici, fisici e di regolazione termica.

Cute e mantello sono anche lo specchio del benessere di un animale: il loro aspetto dipende da età, alimentazione, stato fisiologico, igiene e cura, ma potrebbe anche essere il campanello d’allarme che indica che c’è qualcosa che non va.

 I disturbi di cute e mantello rappresentano un fenomeno piuttosto frequente nel cane e nel gatto, che può manifestarsi con modalità e intensità differenti, solitamente con una maggiore incidenza in primavera e nei cambi di stagione, anche se dipende da soggetto a soggetto.

Partiamo dal pelo, che ha una funzione molto importante, perché partecipa al mantenimento della temperatura corporea e per proteggere cani e gatti dai raggi solari; prendersene cura garantisce anche la sua corretta funzionalità. Ma come curare l’igiene del pelo di cani e gatti? Sicuramente è importante che venga spazzolato periodicamente, sia per quanto riguarda i cani sia per quanto riguarda i gatti, in particolare quelli a pelo lungo, perché quest’attività permette di rimuovere i peli in eccesso, verificare la presenza di parassiti e stimolare la cute. Anche lavare il proprio pet è un’attività consigliata (in particolare i cani).

 

Le cause di disturbi dermatologici sono eterogenee: allergie alimentari oppure agenti chimici, sensibilità alimentari, infestazioni da parassiti esterni (pulci, pidocchi, acari, ecc.), squilibri ormonali. Gli effetti di tali disturbi sono principalmente dermatosi, pelo spento e opaco, muta eccessiva, forfora, arrossamenti cutanei, associati spesso a prurito e conseguente grattamento.

In tutti questi casi, la barriera cutanea potrebbe risultare indebolita e, per questo, favorire l’ingresso di agenti patogeni. Per mantenere la corretta idratazione della pelle e supportarla nella sua funzione barriera contro gli elementi esterni, potrebbe essere utile ricorrere a mangimi complementari a base di oli vegetali ricchi di acidi grassi essenziali e prodotti a uso topico in schiuma con azione lenitivaemolliente e idratante.

In particolare, quando i disturbi cutanei hanno una natura allergica e si manifestano anche a livello respiratorio, potrebbe essere utile lenire le mucose di naso e bocca: un valido supporto in questo senso potrebbe provenire da mangimi complementari con ingredienti di origine vegetale, che non hanno effetti collaterali noti e possono essere usati anche per periodi prolungati.